Psicologia

Sessualità e tabù per i più piccoli

By 12 Febbraio 2021 No Comments

Mamma, ma come nascono i bambini? Cos’è il sesso? Spesso i genitori si sentono impreparati quando ricevono questo genere di domande da parte dei figli, non sapendo esattamente cosa rispondere, magari evitando l’argomento o dicendo loro che verrà affrontato più avanti, quando “sarai grande”.

Ma quando, effettivamente, arriva il momento giusto?
E come affrontare al meglio questo tipo di discorso?
È più opportuno utilizzare termini specifici oppure percorrere la strada del fiore e dell’ape?

Una cosa è certa: nell’osservare bambini e genitori, risulta evidente che il soggetto in maggiore difficoltà sia l’adulto, per via della cultura vigente.

Il tema della sessualità infatti, risulta essere un tabù, un argomento da evitare, del quale ci si vergogna.
Al contrario, i bambini vivono questo aspetto della vita con grande curiosità.

La vera sfida per un genitore, è quella di riuscire a spiegare e parlare ai propri figli di sessualità in maniera emotivamente coinvolgente e soprattutto rispettosa, non limitandosi a fornire al bambino delle fredde nozioni.

Il rischio è che i bambini, captando la difficoltà dei genitori, inizino a pensare che queste domande possano essere pericolose o, al contrario, troppo divertenti. In entrambi i casi, evitare la risposta da parte nostra può portarli al silenzio, ma non per questo a ridurre le domande interne. Andranno comunque alla ricerca delle informazioni, altrove, rubandole alle conversazioni di adulti, o di amici, unendole come puzzle, creandosi delle convinzioni mentali, spesso non conformi alla realtà.

Quindi: … quando il momento giusto per parlarne?

La sessualità dovrebbe essere spiegata al bambino con la stessa trasparenza e sincerità con la quale gli si spiega perché le verdure facciano bene, o quale sia il modo giusto di attraversare la strada, anche se probabilmente tutte queste informazioni gli torneranno utili solamente anni dopo esserne venuto a conoscenza.

Per il sesso, invece, si aspetta spesso che sia il bambino a fare il primo passo, venendo da noi.

Evidentemente la sessualità è l’unico tema al quale riserviamo questo “speciale” tipo di trattamento, e questo già di per sé è un messaggio dato al bambino. Inoltre, aspettare potrebbe essere rischioso, perché il momento potrebbe non arrivare mai. Il bambino potrebbe captare la difficoltà dell’adulto nel parlarne, spegnendo così la sua curiosità.

Affrontare argomenti come il sesso, i cambiamenti del proprio corpo, l’amore, fa parte della nostra vita. Alcuni consigli da seguire per farlo in modo costruttivo: coinvolgere il proprio partner nell’educazione del bambino, scegliendo insieme il comportamento da seguire, e di conseguenza grazie alla condivisione si allevierà l’ansia e l’imbarazzo;

se non vi doveste sentire abbastanza informati, cercate il confronto con esperti per le informazioni necessarie, così da tenerle sempre a portata di mano e utilizzarle quando si presenterà l’occasione giusta;

potete usare parole semplici per identificare i rispettivi genitali, ma ricordatevi che prima sapranno il vero nome, prima per loro risulterà normale utilizzarlo e non proveranno imbarazzo in futuro;

se doveste trovare il bambino mentre gioca con i compagni in situazioni un po’ ambigue, non allarmatevi, anzi prendetela come occasione per spiegargli qualcosa: per lui/lei, sarà molto importante!

Spiegate che essere curiosi del proprio corpo e del corpo altrui, è totalmente normale, illustrate le rispettive differenze, e insegnategli che queste precise parti del corpo appartengono alla sfera personale e che quindi toccare quelle degli altri non è appropriato.

Importante inoltre fare capire bene al bambino che nessuno dovrebbe toccare “le sue” e di raccontarlo nel caso dovesse succedere, così da poterlo proteggere in situazioni di pericolo.

Necessario anche far capire al bambino l’importanza di dimostrare affetto e amore: ricordatevi sempre che siete il loro principale modello, e se vede e percepisce affetto tra di voi, sarà più facile per lui/lei collegare in futuro amore e sessualità!

Ascolta la testimonianza di Chiara Volpicelli


Il video è disponibile su YouTube. Iscriviti al nostro canale così da ricevere le notifiche per le nuove pubblicazioni. 


Se quello che hai letto ti risuona dentro, se riconosci comportamenti/pensieri che ti sono familiari o che vedi agire, chiedi un appuntamento con i nostri consulenti attraverso la sezione Contatti e/o segui le nostre attività attraverso i canali facebook, instagram, linkedin, youtube.