Emozioni

Si arrabbi chi può!

By 20 Maggio 2019 Giugno 21st, 2019 No Comments

La rabbia è un’emozione che appartiene a tutti gli esseri umani.  Di fronte ad essa e al presagio della sua possibile dirompenza, gli individui possono attivare automatismi di controllo e repressione (acting in), nel tentativo di difendere se stessi e il prossimo, dai suoi temuti effetti. Oppure possono mettere in atto gesti ed espressioni considerati di norma tabù (acting out), giustificandoli con lo sfogo di disagi attuali e accumulati.

Il contesto lavorativo può aumentare l’intensità dell’emozione, in quanto l’ambiente formale, e definito da regole, la costringe a transitare dal piano conscio all’essere espressa (o repressa), in funzione di variabili tipiche del contesto quali ruolo, posizione, interessi, reputazione.

La rabbia in questi casi può quindi prestarsi ad essere veicolo di meccanismi di sabotaggio e auto-sabotaggio, innescati dal tentativo inconscio di dare valore all’emozione in corso, sotto l’imperativo di “non risultare inadeguati” al contesto, spesse volte con risultati catastrofici.

Può manifestarsi in varie forme: con scatti verbali e offensivi in escalation di tono e azioni, fino ad arrivare ad abusi di potere e atti vendicativi; oppure attraverso atteggiamenti remissivi e di ritiro, fino a comportamenti di ostruzionismo e ammutinamento, più o meno consapevoli. Le ricadute di tali agiti (o non agiti) possono impattare su: clima emotivo, comunicazione, fiducia, processi decisionali. Quindi produttività, immagine e bilancio aziendale. 

Se vuoi saperne di più oppure pensi che parlarne nel tuo contesto lavorativo possa essere importante, contattaci per un primo appuntamento!