Obiettivi da raggiungere, ottimizzazione dei tempi, motivazione della propria squadra. Quanta pressione subisce oggi il manager all’interno delle aziende, in un mondo che corre frenetico e chiede senza sosta la realizzazione attraverso l’evoluzione di se stesso?

Lorenzo Volta e Chiara Volpicelli, coppia d’assi che da diverso tempo firma l’attività formativa HOMUS, ne hanno parlato col Gruppo Giovani di Federmanager Bologna-Ravenna, il loro coordinatore dott. Leonardo Dall’Osso, seguito dal Segretario e Responsabile della Consulenza Sindacale, dott. Sergio Menarini, nella splendida cornice di Villa Lazzari, in località Ponte Samoggia.

La realtà che circonda il manager, l’uomo, in senso più ampio, è costituita da due grandi contenitori: la natura e la tecnologia. La loro contaminazione “porta” l’essere umano a ricercare spazi naturali che favoriscano la “business intuition e il recupero energetico” con l’utilizzo del mondo digitale.

I partecipanti hanno avuto modo di approfondire gli aspetti legati alla capacità di ascolto delle proprie intuizioni e al ripristino delle proprie energie, per una più efficace produttività. Per scoprire insieme il modo di non perdere se stessi e al contempo diventare auto-centripeti (rinforzando il nucleo espandiamo noi stessi).

Le aziende interessate a questo tipo di tematiche, possono contattare i nostri uffici per valutare lo svolgimento di una giornata propedeutica alla pianificazione di un percorso che può mixare attività in aula ad altre svolte in esterna, sia sul territorio nazionale che estero.